A TOYS ORCHESTRA + ZYKLUS

venerdì 15 giugno ore 21:30

A TOYS ORCHESTRA + ZYKLUS

BOtanique opening date con A Toys Orchestra + Zyklus !
Il giardino più bello di Bologna all'inaugurazione ospiterà, come da tradizione, un concerto imperdibile, ovviamente gratuito, sotto le stelle e nel polmone verde di via Filippo Re.

#LubDub”, undici tracce come tappe di un viaggio in un’intimità seducente e straziante. Un disco che trova nella sensibilità emozionale dell’ascoltatore il suo interlocutore privilegiato. Espressione dell’anima di una band che ha scelto di non rinunciare alla propria libertà espressiva, ma di farne un baluardo. “Lub Dub” è il ritornello del cuore di tutti.
Che si fa canto di gioia o di dolore, d'amore o di odio, che si fa sussurro o urlo, battito o palpito. Perché il petto non solo batte, ma canta, parla, urla, bisbiglia.

Dopo la collaborazione con Nada Malanima che li ha voluti con sé come backing band ufficiale per tutto il tour relativo al suo nuovo album “L’amore devi seguirlo” (2016), nel 2017 arriva il tempo per rimettere a posto le idee, scrivere nuove canzoni e prepararsi per l’ingresso in studio sotto la guida di Giacomo Fiorenza alla produzione artistica. Una vecchia conoscenza che torna a mettere lo zampino nella resa sonora delle nuove canzoni.

 

RUMBA DE BODAS

sabato 16 giugno ore 21:30

RUMBA DE BODAS

Super Power è la terza fatica dei Rumba de Bodas, nomade band bolognese che quest’anno festeggia il decennale!! Non vediamo l'ora di vederli al BOtanique, sul palco estivo più importante della musica live bolognese!
Davanti al pubblico di casa, la band darà vita ad un nuovo show esplosivo, suonando gli inediti e i vecchi classici.
La formula è quella collaudata in centinaia di concerti svolti negli utlimi anni: una miscela di ritmi e repertori, dal funk allo ska con laute dosi di vibrazioni latine, che hanno come fine ultimo il ballo sfrenato del pubblico.
Il nuovo sound di Super Power, coprodotto dalla storica etichetta bolognese Irma Records, è arricchito di sintetizzatori e schitarrate con uno sbilanciamento verso il groove funkeggiante e meno swing degli album precedenti. Undici tracce dalla carica travolgente che promettono di essere la musica per i Super Poteri! E con le quali i Rumba de Bodas si lanciano alla ribalta.

 

RANCORE + CLAVER GOLD + MURUBUTU

mercoledì 20 giugno ore 20:00

RANCORE + CLAVER GOLD + MURUBUTU

Dopo l’ultimo tour dove RANCORE ha sperimentato il palco a 360 gradi, mischiando musica, teatro e magia, il rapper torna sulla scena con un nuovo disco e porta sul palco un nuovo spettacolo: Musica Per Bambini (in Tour).
Rancore porta i suoi "giocattoli’" sul palco trasformandolo in una cameretta dove i musicisti sono bambole di pezza con bottoni al posto degli occhi.
Ecco come nasce questo nuovo show.
A condividere il palco ci saranno Claver Gold e Murubutu

 

LAVORARE CON LENTEZZA

giovedì 21 giugno ore 21:00

CINEMA AL PARCO:
LAVORARE CON LENTEZZA

Iniziamo la rassegna cinema del BOtanique, quest'anno sul tema Bologna, con LAVORARE CON LENTEZZA un film del 2004 diretto da Guido Chiesa e da lui stesso sceneggiato assieme al collettivo Wu Ming. Tra gli interpreti gli attori Claudia Pandolfi e Valerio Mastandrea.
1976, Bologna. Radio Alice è la radio del movimento: fantasia, rifiuto del lavoro salariato, libertà sessuale e provocazioni culturali. La radio, situata in via del Pratello, è tenuta sotto controllo dalle forze dell'ordine, anche se il tenente Lippolis è convinto che non valga la pena perder tempo dietro a ciò che definisce un branco di studentelli velleitari, artistoidi e drogati. Un mondo estraneo ai tutori dell'ordine e ai "bravi cittadini", ma anche alla maggioranza dei ragazzi delle periferie. Le vicende di due ragazzi di periferia si mescolano a quelle dei movimenti studenteschi sulle onde di Radio Alice.

Presenta il giornalista Pierfrancesco Pacoda, ospiti Marco Orea Malià e Oderso Rubini.

 

JOAN THIELE

venerdì 22 giugno ore 21:30

JOAN THIELE

Una delle figure femminili più carismatiche della scena musicale italiana! Joan, 25 anni, di origini metà italiane e metà svizzero- colombiane, è cresciuta tra Cartagena e l’Italia. Fin dall'infanzia ha trascorso una vita nomade che le ha regalato un gusto musicale internazionale.
Nel 2016 è uscito il suo primo ep, “Joan Thiele”, anticipato dai singoli “Save Me” e “Taxi Driver”... È stata nominata nella categoria Best New Artist degli MTV Awards 2016. A febbraio 2017 è stata scelta da Radio Rai Due come rappresentante dell’Italia a Groningen in occasione del Festival EBBA Eurosonic Norderslag 2017, dove si è esibita dal vivo in concerto. I primi due singoli “Armenia” e “Fire” anticipano il nuovo album in arrivo nel 2018.
Non vediamo l'ora di vederla sul palco del BOtanique!

 

TONINO CAROTONE

sabato 23 giugno ore 21:30

TONINO CAROTONE

Ritorna a Bologna per festeggiare con noi i 25 anni del club, un vecchio amico dell'Estragon Club che non ha bisogno di presentazioni, il “Maestro dell’ora brava”, Tonino Carotone. Dopo aver girato Festival e Club di Europa e Sudamerica con il suo ultimo lavoro, ritorna a Bologna per deliziarci con un rinnovato show, Vita Clandestina. Un viaggio musicale nelle atmosfere dei locali di Barcelona, Buenos Aires fino ai peggiori bar di Caracas.. Perché viaggiare non è solo muoversi da un luogo all’altro.. ma è sperimentare!

 

THE DREAM SYNDICATE

lunedì 25 giugno ore 21:00

THE DREAM SYNDICATE

Lo scorso 8 Settembre, a trenta anni di distanza dal loro ultimo lavoro, The Dream Syndicate hanno pubblicato il loro quinto e acclamato album in studio, “How Did I Find Myself Here?” via Anti- Records. Dopo il sold out del tour di ottobre, il leggendario gruppo rock californiano, punta di diamante del Paisley Underground, arriva sul palco del BOtanique Festival.

 

TOM WALKER

mercoledì 27 giugno ore 21:00

TOM WALKER

Dopo aver dominato l’airplay radiofonico per settimane e le classifiche di Spotify, Itunes e Shazam, “Leave a Light On”, la bellissima ballad che lo ha portato al successo, ha anche ricevuto il disco di platino. Inserito dalla BBC nella lista Sound of 2018 e da MTV nella Brand New List 2018, il singolo è stato prodotto da Steve Mac (già produttore di“Shape of You” di Ed Sheeran e “Alarm” di Anne-Marie), raggiungendo oltre 36 milioni di stream su Spotify, mentre il video clip, diretto da Charles Mehling (The Script, Paolo Nutini, Olly Murs, Emeli Sande), ha ottenuto più di 18 milioni di views su YouTube. Con 70 milioni di stream, il precedente singolo di Tom Walker, “Heartland”, scritto e co-prodotto con Naughty Boy, è diventato una hit radiofonica. È arrivata dopo il successo di “Fly Away With Me” e “Blessings”. Con “Just You & I” Tom ha scalato la HOT AC Chart negli Stati Uniti grazie anche alla performance al Today Show (NBC).

 

PAZ!

giovedì 28 giugno ore 21:00

CINEMA AL PARCO:
PAZ!

A 30 anni esatti dalla scomparsa di Andrea Pazienza, Estragon Club e BOtanique lo ricordano con il film che ha celebrato il suo inconfondibile stile.
Il film del 2002 diretto da Renato De Maria è tratto dai fumetti del disegnatore.
Siamo a Bologna, alla fine degli anni '70. Tre storie si intrecciano e scorrono parallele durante una sola giornata, dalle quattro del mattino all'alba del giorno successivo. I tre personaggi sono: Pentothal, un artista del sud molto pigro, Enrico Fiabeschi, studente fuoricorso, Massimo Zanardi, altro studente malandato e quasi cattivo. Le tre storie scorrono parallele senza mai incrociarsi, e raccontano il disagio di quella generazione ed il loro modo di opporsi ad un tipo di società e di vita che non li soddisfa.

Presenta il giornalista Pierfrancesco Pacoda, ospite Otto Gabos.

 

RADIO REGGAE & DJ LORD SASSAFRAS

venerdì 29 giugno ore 20:30

RADIO REGGAE & DJ LORD SASSAFRAS

In occasione delle celebrazioni per i 25 anni di Estragon, riprendiamo la sana abitudine di fare la nostra leggendaria FIESTA CATALANA che ci ha fatto ballare per anni tra le mura dell' Estragon Club! E non potevamo non chiamare i nostri fratelli spagnoli che ci accompagnano da tanti anni, i Radio Reggae
Il duo elettro-acustico di Barcellona composto da Oski Jah (chitarrista, cantante e leader della band mestiza Zulu 9.30, una delle più importanti realtà reggae della scena spagnola) e Topata (Batteria, Campionatori e sequenze elettroniche, anche lui proveniente dagli Zulu). Le loro influenze vanno dal reggae, alla cumbia, allo ska e il loro repertorio, oltre a brani propri, è arricchito da versioni di Bob Marley, Manu Chao, UB40, Amy Winehouse, Bruno Mars e altri, rivisitate con nuove sonorità e tanto “love”.
Prima e dopo il concerto il nostro leggendario DJ Jordi Auguri Lordsassafras, figura emblematica e multietnica della scena spagnola che distilla una musica aperta ai quattro venti, un mix mutante di suoni solari dalla world music, al rock, alle influenze tecno-etno.

Nella zona food non mancherannno le specialità spagnole, paella & sangria ed una selezione di tapas da panico!!

 

STATUTO

sabato 30 giugno ore 21:30

STATUTO

25° compleanno per l'Estragon e 35° compleanno per gli Statuto, un'occasione ghiotta per festeggiare insieme con una band che ha calcato il nostro palco almeno una volta all'anno e che più di altre si lega alla nostra storia!

Gli Statuto sono una realtà unica nel panorama della musica italiana, con il loro coerente ma non per questo mai evoluto stile mod, con la loro immediatezza e sfrontatezza nei testi impegnati, spesso ironici o sarcastici, aggressivi e umili, con una musica diventata di "moda" che è iniziata con lo ska e si è fusa con il soul e il powerpop, diventando totalmente originale e incatalogabile.

Senza mai aver assunto i panni delle "star", senza essersi mai allontanati idealmente (e geograficamente) da piazza statuto, luogo di partenza e di creazione culturale, ideologica e musicale del gruppo sono arrivati su ogni tipo di palcoscenico, dal Teatro Ariston del Festival di Sanremo, al concerto per i licenziati della Lancia/Fiat di Chivasso, dal Festivalbar al Leonkavallo, dal Cantagiro al concerto in Plaza De La Revoluciòn all’Habana de Cuba (invitati dalle autorità locali), sempre con la massima semplicità e naturalezza che li contraddistingue fin dai loro inizi.

 

FRAH QUINTALE

martedì 3 luglio ore 21:00

FRAH QUINTALE

“Con il nuovo disco di Frah Quintale si definisce l’epoca dello street pop in Italia.” - Vice

Il 2018 è l’anno di Frah Quintale.

Classe 1989, artista eclettico, Frah Quintale è una delle grandi rivelazioni della nuova scena musicale italiana. Un pop fresco, che passa attraverso il rap, l’indie e il cantautorato. Affiancato dal produttore trentino Ceri, la prima uscita da solista con l’etichetta indipendente Undamento è stata ad inizio 2016 con il brano “Colpa del Vino”. A fine anno esce l’EP “2004”. Con la produzione di Ceri, il progetto è stato interamente realizzato in autonomia da Frah Quintale, che ne ha curato le grafiche, i video ed i comunicati stampa, scritti a mano. Dopo le anticipazioni
Lungolinea., la speciale playlist Spotify creata ad hoc da Frah - un flusso creativo di brani, parti strumentali e messaggi vocali – è uscito il 24 novembre 2017 per Undamento, Regardez Moi, il primo lavoro sulla lunga distanza. Il disco è interamente scritto da Frah, già considerato dalla critica come uno dei nomi su cui puntare per il futuro. Dopo un tour invernale di oltre 40 date nei migliori club italiani, raggiungendo quasi sempre il tutto esaurito, inizierà a fine maggio il “Regardez Moi Summer Tour 2018”, con prima data da headliner il 25/5 al Mi Ami.

 

MULATU ASTATKE

mercoledì 4 luglio ore 21:00

MULATU ASTATKE

Grande artista di culto, Mulate Astatke ritorna in Italia per una imperdibile data al BOtanique di Bologna. 
Mulatu è da annoverare tra i più importanti musicisti africani di sempre. Negli anni ’60 ha creato il movimento musicale denominato Ethio-Jazz, in cui si fondono tradizione etiope, influenze latinoamericane ed improvvisazione jazzistica. Primo africano nella storia a diplomarsi alla Berklee Music School di Boston, Mulatu vanta una carriera prestigiosa, impreziosita da collaborazioni con Duke Ellington, Mongo Santamaria e molti altri. Mulatu ha vissuto tra Addis Abeba e gli Stati Uniti, il suo status di culto si è rinnovato recentemente grazie all’omaggio reso dal regista Jim Jarmusch nella colonna sonora del film “Broken Flowers” del 2005 che contiene 7 sue composizioni; la francese “Buda Musique” ha ristampato un'intera serie dedicata all’Ethio-Jazz ed a Mulatu; la Red Bull Music Academy lo ha tributato nel 2008 con una storica serata a Londra; la sua musica è stata campionata da artisti del calibro di Nas, Kanye West e Madlib; la Strut Records è riuscita a riportarlo negli studi di registrazione (dopo oltre 20 anni) affiancato dal collettivo londinese degli Heliocentrics, per il magico album “Inspiration Information” che è stato entusiasticamente accolto anche in Italia mettendo d’accordo critica e pubblico. Ora Mulatu ci presenta il nuovo album “Mulatu Steps Ahead”. I territori sono quelli del tanto caro Ethio-Jazz, nella sue sfaccettature più fumose e dilatate. Il disco è stato registrato tra Boston e Londra, con il contributo della Either Orchestra, degli Heliocentrics ed altri ospiti speciali. Mulatu Astatke è un maestro che ha trovato finalmente un posto nella storia, accanto a giganti come Duke Ellington e Sun Ra.

 

THE BLUEBEATERS

venerdì 6 luglio ore 21:30

THE BLUEBEATERS

A due anni da “Everybody Knows”, The Bluebeaters presentano il nuovo album per Garrincha Dischi. Il disco è stato anticipato dal singolo “Tempo", il primo in italiano, scritto da Diego Mancino e Stefano Brandoni. E quindi tutti pronti per il ritorno della band al BOtanique! La band, come tradizione, reinterpreterà in chiave ska e rocksteady famosi brani del pop italiano e del reggae, del rock e del pop internazionale ma soprattutto i nuovi brani del disco!!
Un concerto per palati fini in grado di accontentare anche il pubblico più esigente e, soprattutto, tutto da ballare!

 

MASCARIMIRI'

sabato 7 luglio ore 21:00

TARANTA NIGHT:
MASCARIMIRI'

Una delle serate più attese di questa edizione del festival! Ritorna la Taranta Night con una delle bands più apprezzate del Salento!
Original Mascarimirì nascono alla fine degli anni '90 quando Claudio ‘Cavallo’ Giagnotti e Cosimo Giagnotti (fratelli di origine Rom) decidono di lasciare l’esperienza di Terra de Menzu, una delle prime formazioni che, all’inizio degli anni ’90, ha contribuito alla rinascita della musica tradizionale salentina.
Da lì in poi, 10 album all'attivo e un'attività live di primo livello che li ha portati in giro per il mondo e verso la Tradinnovazione, che il gruppo ha rivitalizzato introducendo nei groove di "pizzica pizzica" la linea di basso. 
“Punk-Dub Tarantolato Salentino” è la definizione usata per sottolineare la sperimentazione del gruppo, che innesta tecniche di solito estranee alle sonorità della musica tradizionale al patrimonio classico.

Lo spettacolo live, PUNK D’AMORE, con cui approdano sul palco di BOtanique, presenta una miscela di suoni a metà strada tra il concetto di Dance Hall, tipica del Sound System, e la festa tradizionale del Salento, continuando l'idea artistica partita nel 1998.

 

JOE BASTIANICH

martedì 10 luglio ore 21:30

JOE BASTIANICH

Vino Veritas è lo spettacolo, ideato da Joe Bastianich che attraverso l’alternanza di momenti di racconto, musica e degustazioni dei vini della sua cantina di famiglia offre, in un’atmosfera intima e unica uno sguardo inedito sulla vita del celebre Restaurant Man.
Preparatevi ad assistere ad uno spettacolo in cui Joe Bastianich porterà sul palco la sua sincerità, mettendosi a nudo davanti al pubblico e svelando tanti aneddoti inediti sulla sua storia come soltanto mentre si sorseggia un buon bicchiere di vino, in compagnia di amici, si può fare.
La musica è la chiave di volta che utilizza per aprirsi con il pubblico: Joe Bastianich ha infatti scritto per l’occasione una decina di brani, tra inglese ed italiano, che danno il ritmo al suo racconto. La sola voce accompagnata dalla chitarra ed un alternarsi di strumenti acustici faranno da supporto al canovaccio dello spettacolo, per sottolineare il desiderio e la ricerca, anche nel suono, dell’aspetto più vero e crudo.

 

JOYCUT

mercoledì 11 luglio ore 21:30

JOYCUT

JoyCut è un progetto musicale da sempre legato ad una identificativa matrice internazionale. 
Fermamente connesso alla tematica ambientale, negli anni ha segnato un profondo tracciato, congiunto, uniforme, fra contenuti di sorta e concreta prassi, al punto da essere stato apprezzato e riconosciuto anche fuori dai confini italiani del nostro paese.
Fra il 2013 e il 2016 sono stati quasi 300 i concerti presentati fra Europa, Nord America e Asia.
Nel 2014 MTV Iggy li ha definitivi una delle dieci band più interessanti del SXSW, Nic Harcourt li ha supportati attraverso la radio KCSN di Los Angeles, ed è loro la musica dello spot italiano realizzato da VISA per i Mondiali di Calcio in Brasile. Il loro tour negli Stati Uniti e Canada li ha visti calcare più di 70 palchi in un anno. Nel 2015 sono entrati nella Top 5 dell’ETEP (European Talent Exchange Programme), mai nessun italiano ci era riuscito prima. 
In Italia nello stesso anno hanno supportano il tour di The Chemical Brothers.
 
Nel 2016 sono protagonisti del TEDx a Verona e grazie al loro tour in Cina e Giappone stringono un forte legame con la Terra D’Oriente che li porta il 5 Ottobre 2017 a debuttare alla Biennale di Venezia, per il 61° Festival Internazionale della Musica, con l’Opera Prima ”K O M O R E B I" dedicata proprio al Giappone. Komorebi è "l'effetto particolare della luce solare quando passa attraverso le sottili e leggere foglie degli alberi”.

Nel 2018 i JoyCut sono in piena preparazione del loro nuovo disco, (che uscirà ad inizio 2019), quando vengono invitati da Robert Smith (The Cure) al 25esimo anniversario del Meltdown Festival a Londra di cui è Curatore Artistico, come headliner della Purcell Room nel giorno di inaugurazione del Festival, il 15 Giugno. Abbiamo il piacere di ospitare questo show a Bologna in esclusiva!

 

LA FEBBRE DEL FARE

giovedì 12 luglio ore 21:30

CINEMA AL PARCO:
LA FEBBRE DEL FARE

Il documentario racconta Bologna, il fare politica a Bologna, dal 1945 al 1977. Un documentario del 2010, prodotto dai registi Mellara & Rossi.
Il racconto procede a volte per evocazioni, altre puntualizzando storicamente momenti cruciali della vita politica, sociale e culturale della città.
Una città che rapidamente esce dalla fase della ricostruzione e subito si pone come guida nazionale nella creazione di un modello di sviluppo economico basato su piccole e medie imprese, consorzi di produzione e distribuzione agro-alimentare, cooperative edili e di servizi, banche locali, e, sull’altro lato, servizi sociali all'avanguardia soprattutto per l’assistenza agli anziani, la capillarità e l’efficienza dei servizi sanitari, la tutela e il sostegno all’infanzia e alle famiglie, l’edilizia popolare e la salvaguardia del verde pubblico e del centro storico. 
Bologna fu l’invenzione, concepita da ex-partigiani, antifascisti di diversa estrazione, di una città possibile: vivibile, vivace, benestante e solidale.

 

GODBLESSCOMPUTERS

venerdì 13 luglio ore 21:30

GODBLESSCOMPUTERS

Lorenzo Nada è Godblesscomputers. Nato a Ravenna, classe ’84, si forma come beatmaker, producer e dj, mosso da una precoce passione per i campionatori e per i vinili.
Durante un periodo a Berlino, nel 2011 prende vita “Godblesscomputers”.
Pensato inizialmente più come titolo che come vero e proprio moniker, sarà questa la firma di un progetto musicale che, ispirato da ritmiche e stilemi della musica black, avanza in territori elettronici mantenendo però fedele il groove e il calore originario del suo suono.
Da appassionato ascoltatore, Lorenzo é soprattutto un collezionista di suoni; li esplora, cataloga, seziona e ricompone in elementi di sintesi per costruire le sue produzioni.
Unisce e alterna texture organiche e ritmiche impazienti, silenzi e pathos, condensazioni del beat a cui corrispondono lunghe sospensioni malinconiche.
Dopo tre anni all’estero, Lorenzo torna in Italia, a Bologna. L’uscita di due LP, a breve distanza l’uno dall’altro,
“Veleno” (Fresh YO!, 2014) e “Plush and Safe” (La Tempesta International/Fresh YO!, 2015), consolida il
percorso di Lorenzo fino ad oggi.
Lo aspettiamo sul palco di casa!

 

BOBO RONDELLI

sabato 14 luglio ore 21:30

BOBO RONDELLI

BOBO RONDELLI “Anime Storte"
A due anni di distanza dal celebrato "Come i Carnevali", seguito dal tributo a Piero Ciampi uscito lo scorso anno, il cantautore livornese Bobo Rondelli torna con il nuovo album in studio dal nome "Anime Storte", in uscita a ottobre 2017 sulla label The Cage con distribuzione Sony Music Italy.
Rondelli continua a vivere la sua seconda giovinezza artistica e per comporre questo disco si fa ispirare dalla figura delle persone semplici dei giorni nostri, virtualmente ingolfati di amicizie social, ma realmente sempre più soli e alienati.
E' proprio il singolo "Soli", nelle radio da settembre, ad anticipare l'intero lavoro, seguito da un bellissimo video di Tommy Antonini.
La produzione e gli arrangiamenti sono affidati alle sapienti mani di Andrea Appino (Zen Circus), nel disco anche la partecipazione di Bocephus King e Francesco Pellegrini (Zen Circus).

Siamo felici di averlo per la prima volta al BOtanique!!

 

DAN OWEN

martedì 17 luglio ore 21:30

DAN OWEN

“Dan Owen è indubitabilmente uno degli artisti più interessanti del momento. La sua voce è incredibile” (BBC)

Lo abbiamo ospitato l'8/12/17 in occasione di Estragon Days al Teatro Comunale Bologna. Accogliamo Dan Owen nuovamente al BOtanique.
Le sue canzoni parlano di amore, perdita e un vasto spettro di emozioni universali intermedie. Consegnate alla sua voce ruggente, si potrebbe immaginare che queste composizioni emergano da un’anima vecchia con una grande esperienza alle spalle. E invece Dan Owen è solo un giovane di 23 anni ...

 

TÉMÉ TAN

mercoledì 18 luglio ore 21:30

BOAFRIQUE:
TÉMÉ TAN

Ritorna il BOAfrique, la settimana del BOtanique in collaborazione con Cefa- Il seme della solidarietà- Onlus da sempre a tema Africa!

Témé Tan è lo pseudonimo dietro al quale si cela il giovane songwriter, produttore e polistrumentista Tanguy Haesevoets. Nato in Congo e cresciuto a Bruxelles, dove ancora risiede, Témé Tan amalgama electro-pop a sonorità e ritmi dell’Africa, guidando l’ascoltatore all’interno di una nuova, e finora sconosciuta, dimensione sonora.

A documentare il lavoro sopraffino di Haesevoets, il primo album, dato alle stampe il 6 ottobre 20187 tramite Pias (Play It Again Sam), all’interno del quale figurano dodici tracce.

«Viaggiare è parte di me – spiega – Mi lascio ispirare da chi incontro, dalle tradizioni, per poi proiettare, prima o dopo, tutto quanto all’interno della mia musica...» 

 

FORTEZZA BASTIANI + L'INCONTRO

giovedì 19 luglio ore 21:30

CINEMA AL PARCO:
FORTEZZA BASTIANI + L'INCONTRO

Doppio imperdibile appuntamento con "Fortezza Bastiani" e "L'incontro", due film di Michele Mellara e Alessandro Rossi.

"Fortezza Bastiani" è una pellicola ambientata nel 2000, in un appartamento del centro storico di Bologna dove vivono cinque ragazzi, quasi tutti al termine del loro percorso accademico. L'appartamento viene soprannominato dai suoi inquilini "Fortezza Bastiani", in onore alla omonima fortezza del romanzo Il deserto dei Tartari di Dino Buzzati.

"L'incontro" è un film del 2017, scritto e diretto dai registi Michele Mellara e Alessandro Rossi.
Racconta la storia di Amin, adolescente di origine marocchina, nel momento in cui si sta cercando di concentrare prima di entrare sul ring per disputare un incontro di boxe valido per il titolo juniores. Tuttavia, Amin viene continuamente distratto da amici e familiari che piombano in palestra portandosi appresso tutti i loro problemi, nonché dall'avvocato che lo sta aiutando per ottenere il diritto di cittadinanza italiana. Ce la farà Amin a battere il temibile avversario di origine ganese?
Il cortometraggio è stato presentato alla 74ma Mostra del Cinema di Venezia all'interno della sezione Migrarti.



 

EYO'NLÉ BRASS BAND

venerdì 20 luglio ore 21:30

BOAFRIQUE:
EYO'NLÉ BRASS BAND

E arriva la Eyo’nlé Brass Band che ci porta in un viaggio unico e autentico nella loro Africa dove si mescolano ritmi, danze e canti.
E’ una delle poche fanfare africane che è riuscita a farsi conoscere sulla scena internazionale: una tradizione di ottoni dai paesi che si affacciano sul Golfo di Guinea, che mescola #Afrobeat Yoruba, la musica highlife del Ghana e i ritmi #voodoo del Benin. Un’incredibile miscela musicale arricchita dalle molteplici esperienze e collaborazioni del gruppo. Si canta, ci si muove, si balla: questa è l’Eyo’nlé Brass Band. Lo stesso nome del gruppo è emblematico: ’Eyo’nlé significa “Rallegriamoci” 


 

AFRICA UNITE SYSTEM OF A SOUND

sabato 21 luglio ore 21:30

BOAFRIQUE:
AFRICA UNITE SYSTEM OF A SOUND

Chiudiamo questa speciale edizione del BOtanique con due compagni di viaggio che ci hanno accompagnato spesso in questi 25 anni di attività! AFRICA UNITE SYSTEM OF A SOUND è un viaggio, un dialogo tra le due teste pensanti di Africa Unite. Due stili di intendere la musica messi a confronto in un clash che alterna le selezioni di Bunna alle elaborazioni live dub delle stesse da parte di Madaski. Reggae, roots, dub ed elettronica, unite sotto il comune denominatore del sound che, da sempre, ha influenzato la loro produzione musicale. Gran profusione di basse frequenze con costante attenzione al far muovere la dance hall.