LO YOGA DEL BRADIPO: COLLANE PER GLI ALBERI

venerdì 16 giugno ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: COLLANE PER GLI ALBERI

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

Pezzi pesanti come un sasso pesante o leggeri come carta velina ruvidi come carta vetrata lucidi come uno specchio colorati come un fiore di lavanda… Fili e materiali diversi, sonagli ed elementi naturali che risuonano nel vento, per regalare ai nostri alberi collane colorate.

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

Fast Animals and Slow Kids

venerdì 16 giugno ore 21:00

Fast Animals and Slow Kids

BOtanique 2017 apre i battenti con FAST ANIMALS AND SLOW KIDS!
Il giardino più bello di Bologna ospietrà come da tradizione un concerto imperdibile, ovviamente gratuito, sotto le stelle e nel polmone verde di via Filippo Re.

Arrivano da Perugia i Fast Animals and Slow Kids, la conferma vivente di quanto possa essere importante isolarsi in provincia per restare sé stessi ed evitare di contaminarsi troppo. Una band che quando non è in tour (ed è accaduto di rado negli ultimi quattro anni) continua a vivere nel polmone verde della nostra penisola, compone in riva al lago Trasimeno, e se decide di prendersi una vacanza si rifugia in Alaska oppure naviga per giorni su un fiume del Nevada, anni luce distante dai clamori dei talent e dai lustrini delle ribalte sanremesi.

(Alt rock)

Ginevra Di Marco

sabato 17 giugno ore 21:00

Ginevra Di Marco

Ginevra torna a Bologna con il nuovo spettacolo "La Rubia canta la Negra", dal titolo del nuovo disco in uscita il 19 MAGGIO 2017.

Mercedes Sosa ha conosciuto l'esilio e un'indicibile sofferenza per le sue scelte ma ha continuato a cantare sui palchi più prestigiosi del mondo e l'eco della sua voce ha saputo arrivare in ogni angolo della Terra. Ha contribuito ad educare al dovere civico, un insegnamento senza il quale uomini e donne sarebbero un branco di ignoranti, genitori di figli destinati ad essere carne per nuove guerre. Quando canta é una bandiera alzata e al contempo un cuore che non cessa di gemere; una donna calata nel suo tempo ma che ha elevato la sua arte a vette uniche, una voce che é dono, grazia e mistero uniti a un forte senso di responsabilità intellettuale, feroce nella sua coerenza.

 

‘Icone pop’: Paul Weller. Il mod

martedì 20 giugno ore 21:30

‘Icone pop’: Paul Weller. Il mod

Un viaggio tra parole e filmati prima della notte insieme a Pierfrancesco Pacoda.

Dalla rivoluzione ‘modernista’ dei primi anmi 60 passando per Quadrophenia sino al mod revival degli anni 70 per arrivare a  ‘A Kind Revolution’  di Paul Weller. Il mod tra design, eleganza e cultura multietnica.

(rassegna)

The Bellrays

mercoledì 21 giugno ore 20:00

The Bellrays

I The BellRays, sulla scena americana dai primi anni '90, sono nati in California dall'unione tra la vocalist Lisa Kekaula (che inizialmente si esibiva come cantante jazz) e il chitarrista Bob Vennum. Nel 1996 il batterista Ray Chin e il chitarrista Tony Fate si uniscono al gruppo, portando Bob Vennum a suonare il basso. Ispirati dalla musica degli Stooges, MC5 e di James Brown, i The Bellrays combinano le due anime di Detroit, quella più punk e underground delle band citate e quella più black della Motown.

Sono energia, potenza, talenti eclettici, con una voce capace di interpretare tutto lo spettro sonoro che va dall'hard-rock più estremo all'r'n'b più ricercato.

(Punk, Rock, Soul, RnB)

CINEMA AL PARCO: “Paris Dabar” di Paolo Angelini

giovedì 22 giugno ore 21:30

CINEMA AL PARCO: “Paris Dabar” di Paolo Angelini

“Paris Dabar”  proiezione in pellicola 35mm   (LA PRIMA al cinema dopo 15 anni)


Film culto a cavallo tra due millenni: un ritratto spietato, tanto feroce quanto affettuoso, di una Bologna che persegue, con furia autodistruttiva il mito di una certa bohème. Una gara pretestuosa per un originale ritratto generazionale che è anche una riflessione appassionata sulla natura profonda di una città e dei suoi margini.

 
Prima della prima, ore 21:00:  

Simposio , conversazioni, intorno, vicine e lontane, prima e dopo “Paris Dabar”, tra e di:

Stefano Bonaga  (Filosofo)
Emidio Clementi (Scrittore, musicista)
Andrea Gropplero di  Troppemburg (Produttore)
Marco Mago Magagnoli  (Illusionista, Pensatore pindarico)
Leo Mantovani  (Attore, performer)
Fernando Pellerano (Giornalista, scrittore)

 

 

 

LO YOGA DEL BRADIPO: UNA SCIARPA PER GLI ALBERI

venerdì 23 giugno ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: UNA SCIARPA PER GLI ALBERI

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

E' caldo, non c'è dubbio, ma i nostri alberi non se ne curano: con fili, nastri e altri materiali interessanti vestiamo i tronchi di colori e textures.

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

DIODATO

venerdì 23 giugno ore 21:00

DIODATO

È tornato finalmente uno dei più talentuosi giovani cantautori italiani. È uscito infatti il 27 gennaio 2017 il secondo disco di inediti di DIODATO dal titolo “Cosa siamo diventati” (Carosello Records).
 
Sono stati tre anni intensi quelli che dal 2013, anno di uscita del cd di esordio “E forse sono pazzo”, hanno segnato la vita del cantautore.
Dalla partecipazione al Festival di Sanremo nel 2014 (categoria “Nuove proposte”) con il bellissimo brano “Babilonia”, alla vittoria del premio “Best New Generation” di Mtv, alle dodici puntate consecutive a “Che tempo che fa” che ispira il disco “A ritrovar Bellezza” del 2014 - personale tributo dell’artista ai grandi della musica italiana - Diodato è pronto ora per una nuova straordinaria avventura e anche per il palco di BOtanique Festival, dove lo attendiamo con ansia e trepidazione a giugno!

(Cantautorato italiano)

Eugenio In Via Di Gioia

sabato 24 giugno ore 21:00

Eugenio In Via Di Gioia

Gli Eugenio In Via Di Gioia nascono come buskers - e dalla tradizione delle balere, dello swing e del folk italiano fino ad arrivare al nu-folk inglese di questi ultimi anni - e reinterpretano la tradizione e rivestendola di un realismo che legge con amara allegria i nostri tempi. Chiunque li abbia visti dal vivo almeno una volta ne è rimasto colpito, provare per credere!

(NuFolk italiano)

Damian Marley @ Estragon

lunedì 26 giugno ore 20:00

Damian Marley @ Estragon

Dopo il grande successo delle date della scorsa estate, torna a grande richiesta il più giovane dei figli di Bob Marley: DAMIAN MARLEY. Conosciuto anche come “Junior Gong”, Damian pubblicherà il nuovo album nel corso del 2017.

Biglietti in vendita su ticketone.it a partire dalle ore 10.00 di mercoledì 1 marzo.

(Reggae)

 ‘Icone pop’: The Clash. Il punk

martedì 27 giugno ore 21:30

‘Icone pop’: The Clash. Il punk

Un viaggio tra parole e filmati prima della notte insieme a Pierfrancesco Pacoda.

Estate 1976: Esce ‘dei Sex Pistols. Un viaggio nella ribellione ‘senza una causa’ del punk raccontata dl punto di vista di un gruppo di adolescenti, i Clash, che scoprono un mondo inedito e sensuale di suoni, quello del regge, a pochi metri da casa loro

(rassegna)

CINEMA AL PARCO: Cambodia’s life - cinema doc

giovedì 29 giugno ore 21:30

CINEMA AL PARCO: Cambodia’s life - cinema doc

Una serata all’insegna del cinema documentario a cura di Emiliodoc e D.E-R

con Enza Negroni, Simone Bruscia, Adam Selo, Margherita Romanelli e la redazione di Emiliodoc


Programma della serata

-Presentazione di Emiliodoc, la nuova rivista sul mondo del documentario in Emilia Romagna
-Proiezione di  "Homeward" di Mario Piredda - (33') prodotto da GVC ed EleNfant Film, sulla brutale esperienza umana degli immigrati irregolari khmer verso la Thailandia
- Proiezione di “Hidden Photos” (Italia, 2016, 68’) di Davide Grotta, vincitore del Casa Rossa al Bellaria Film Festival 2017 sulla sistematica distruzione delle fotografie familiari cui erano costretti i cambogiani durante il regime di Pol Pot , prodotto dalla Scuola Zelig
 

(documentario)

LO YOGA DEL BRADIPO: UNA FOGLIA NEGATIVA

venerdì 30 giugno ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: UNA FOGLIA NEGATIVA

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

Qual è lo spazio dentro una foglia? giocando con la tecnica di stampa a rullo dalle foglie appariranno le loro sagome “in negativo”.

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

Aprés La Classe

venerdì 30 giugno ore 21:00

Aprés La Classe

Torna a macinare palchi la band di girovaghi Après la Classe, nella veste, questa volta, di una compagnia circense d’altri tempi.
"CIRCO MANICOMIO”, in uscita il 9 giugno 2017, è infatti il titolo del nuovo album di inediti, che non vediamo l'ora di ascoltare live a fine giugno nella nostra splendida e verde cornice di via Filippo Re.

Tredici tracce all'insegna della condivisione e della voglia di vivere, tradotte in musica da ritmi latini e in canto dal raggamuffin.
Le quattro lingue presenti nel disco - italiano, salentino, francese e spagnolo – si intrecciano in nuove soluzioni, creando un sound internazionale e decisamente originale, da sempre punto di forza dei dischi e degli spettacoli live della band.

(Patchanka)

España Circo Este

sabato 1 luglio ore 21:00

España Circo Este

Gli España Circo Este ormai non hanno più bisogno di presentazioni!

Tornano dal vivo e a Bologna per BOtanique Festival con SCIENZE DELLA MALEDUCAZIONE, album uscito in Italia il 20 gennaio 2017 per Garrincha Dischi (Lo Stato Sociale, Ex Otago, Punkreas ....), pronti ad esplodere dal vivo attraverso la loro ritmica potente e distorta. Un sound unico ribattezzato Tango-Punk!

(Tango-Punk)

‘Icone pop’: Bob Marley. Il reggae

martedì 4 luglio ore 21:30

‘Icone pop’: Bob Marley. Il reggae

Un viaggio tra parole e filmati prima della notte insieme a Pierfrancesco Pacoda.

La eccitante storia di un’isola piccola ma con la più grande diversità musicale del mondo. Dallo ska al rocksteady, dal dub ai sound system. Echi, riverberi e giradischi.  Come la Giamaica ha conquistato, con i suoi suoni, il pianeta.

(rassegna)

Bill Frisell

mercoledì 5 luglio ore 21:30

Bill Frisell

BOtanique in collaborazione con la Cineteca di Bologna presenta:
THE GREAT FLOOD
Un film di Bill Morrison
Musiche dal vivo del Bill Frisell Trio (feat. Tony Scherr & Kenny Wollesen)

Una serata speciale d’incontro tra musica e immagini con il live di uno dei più importanti chitarristi e compositori del panorama internazionale: Bill Frisell. Lanciato dal batterista Paul Motian nel leggendario trio con il sassofonista Joe Lovano, Bill Frisell ha poi costruito una luminosa carriera da bandleader, affermandosi in ambito jazzistico, e non solo, con un occhio di riguardo al cinema. Dopo il notevole successo delle sue musiche per i muti di Buster Keaton, Frisell ha realizzato la lunga suite per The Great Flood del regista Bill Morrison: un lavoro che Bill Frisell e il suo ensemble eseguiranno dal vivo, sulle immagini del film.

(Jazz)

CINEMA AL PARCO: "Calma e gesso" di Marco Cruciani

giovedì 6 luglio ore 21:30

CINEMA AL PARCO: "Calma e gesso" di Marco Cruciani

Con ospite il regista Marco Cruciani e il caro amico di Mario Uliano Lucas per presentare il suo ultimo libro "La realtà e lo sguardo"  http://www.lafeltrinelli.it/libri/uliano-lucas/realta-e-sguardo-storia-fotogiornalismo/9788806162016?zanpid=2306782473813918720&gclid=CjwKEAjwgtTJBRDRmd6ZtLrGyxwSJAA7Fy-huZKhkxVnZDHuOBQ0VeiLg5QdnmYei8XUHUEG2kXMSxoCKbbw_wcB

https://it.wikipedia.org/wiki/Uliano_Lucas

Conduce Alena Farabino http://helenafalabino.format.com/#1

In collaborazione con la libreria ModoInfoshop.

(biografico)

LO YOGA DEL BRADIPO: DA UNA FOGLIA NASCE COSA?

venerdì 7 luglio ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: DA UNA FOGLIA NASCE COSA?

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

Ma chi l'ha detto che una foglia debba essere a forma di foglia? Osserviamole con attenzione e scopriamo come dalle loro innumerevoli forme possano nascere insetti, piccoli mostri o strane astronavi...

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

Frankie Chavez

venerdì 7 luglio ore 21:00

Frankie Chavez

Frankie Chavez non è un musicista come tutti gli altri.
Surfer, polistrumentista e rocker di Lisbona, è considerato in patria, ma ormai in tutta Europa, la rivelazione del nuovo rock . Che poi rock significa tutto e niente, ma cercare di definire la sua musica è limitarne l’essenza.

A tre anni di distanza da “Heart & Spine” (2014), Frankie Chavez torna con un nuovo album: il 19 maggio “Double or Nothing” esce anche in Italia.

(Rock, Blues, Folk)

ILe

sabato 8 luglio ore 21:00

ILe

iLe è il progetto solista della cantante di Porto Rico, Ileana Cabra. Come voce, per dieci anni, della band Calle 13, ha vinto più di un Grammy e di un Latin Grammy Awards e il suo album di debutto solista, "Ilevitable" ha già vinto un Grammy Award for Best Latin Rock, Urban or Alternative Album.

iLe è calore, è passione, è ritmo latino.

Noi la aspettiamo l'8 luglio sul nostro palco!

(Latin)

‘Icone pop’: Public Enemy. L’hip hop

martedì 11 luglio ore 21:30

‘Icone pop’: Public Enemy. L’hip hop

Un viaggio tra parole e filmati prima della notte insieme a Pierfrancesco Pacoda.

L’hip hop dal ghetto a stile condiviso in ogni parte del mondo. Musica e società, elettronica e radici nere, divertimento e consapevolezza. Un suono  che è diventato una cultura internazionale, dalle feste nel Bronx, metà anni 70 ai graffiti e alla danza

(rassegna)

SELTON

mercoledì 12 luglio ore 21:00

SELTON

I Selton mescolano con un gusto incredibile un fresco indie pop con i ritmi della loro patria. Quattro album pubblicati in Italia, innumerevoli concerti e collaborazioni tra le più diverse, da Jannacci ai Soliti Idioti fino a Daniele Silvestri, una carriera in crescita esponenziale anche in Brasile fanno di questa band una delle più interessanti del panorama indipendente italiano.

La band è diventata una delle protagoniste dell'estate italiana con il singolo Voglia di infinito, in alta rotazione su Radio Deejay, Montecarlo, 101 e molte altre: grazie a questo e all'incredibile live che portano sul palco la band ha collezionato quasi 50 date tra giugno e settembre, tra cui la partecipazione a festival prestigiosi come il Rock in Roma, l'Home Festival, il CaterRaduno e lo Sziget Festival a Budapest.

Ho tanta voglia di infinito / Ora che tu hai finito con me / Ho tanta voglia di infinito / Ora che tu hai finito con me… sì che la sapete a memoria!

(Indie Pop)

BIRTHH + CRISTA

giovedì 13 luglio ore 21:30

BIRTHH + CRISTA

BIRTHH è l’oscuro alter-ego di Alice Bisi, “la coscienza di una diciannovenne che spende la maggior parte del proprio tempo a pensare a eventi apocalittici”. Dopo un lungo tour italiano e la recente partecipazione all’Eurosonic  Noorderslag, è tornata a esibirsi fuori dallo stivale, in occasione di due importanti e prestigiosi Festival Internazionali: SXSW di Austin (Texas) e il Canadian Music Week di Toronto (Canada).

Sarà una ventata di frescehzza e di dolcezza da assaporare il 13 luglio proprio a BOtanique! Apre il suo concerto CRISTA.

 

Imperdibile per i fan di Daughter, WILDES e Foals.

(Rock Pop, Indie Rock)

LO YOGA DEL BRADIPO: PICCOLI SISTEMI SOLARI IMMAGINARI

venerdì 14 luglio ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: PICCOLI SISTEMI SOLARI IMMAGINARI

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

“Il piccolo principe si trovava nella regione degli asteroidi 325, 326, 327, 328, 329 e 330. Cominciò a visitarli per cercare un’occupazione e per istruirsi”.
Manipolando cartoncini colorati colle e fustelle, costruiamo il nostro piccolo sistema solare immaginario.

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

La Notte della Taranta

venerdì 14 luglio ore 20:30

La Notte della Taranta

Una serata interamente dedicata alla musica, alla cultura e alla gastronomia della Puglia! Dopo il successo al BOtanique la scorsa estate, si ripete la serata più attesa dagli amanti del salento!

Aprite le vostre orecchiette e fatevi pizzicare da questa Taranta Night!

(Taranta)

Mascarimirì

venerdì 14 luglio ore 21:00

Mascarimirì

Mascarimirì, dal Salento, nascono alla fine degli anni '90 quando Claudio ‘Cavallo’ Giagnotti e Cosimo Giagnotti (fratelli di origine Rom) decidono di lasciare l’esperienza di Terra de Menzu, una delle prime formazioni che, all’inizio degli anni ’90, ha contribuito alla rinascita della musica tradizionale salentina.
Da lì in poi, 10 album all'attivo e un'attività live di primo livello che li ha portati in giro per il mondo e verso la Tradinnovazione, che il gruppo ha rivitalizzato introducendo nei groove di "pizzica pizzica" la linea di basso.
“Punk-Dub Tarantolato Salentino” è la definizione usata per sottolineare la sperimentazione del gruppo, che innesta tecniche di solito estranee alle sonorità della musica tradizionale al patrimonio classico.
 
Il nuovo spettacolo live, PUNK D’AMORE, con cui approdano sul palco di BOtanique, presenta una miscela di suoni a metà strada tra il concetto di Dance Hall, tipica del Sound System, e la festa tradizionale del Salento, continuando l'idea artistica partita nel 1998.

(Pizzica)

The Toasters

sabato 15 luglio ore 21:00

The Toasters

The Toasters - NYC Ska since '81!
Sono probabilmente il gruppo ska più longevo degli Stati Uniti.
I Toasters hanno pubblicato nove album in studio, da sempre si spingono laddove nessun'altra ska band si è mai avventurata!
pesso paragonati ai Ramones, grazie alla loro longevità e all'adesione ai principi fondamentali della scena punk/rock, i Toasters sono ritenuti una delle band più influenti in circolazione.
Non potete perderli!

(Ska)

BOafrique - Tutti i colori dell'Africa (fino al 22/7)

martedì 18 luglio ore 20:00

BOafrique - Tutti i colori dell'Africa (fino al 22/7)

Dal 18 al 22 luglio il Botanique per la seconda volta si tinge dei colori dell’Africa e diventa BoAfrique, una manifestazione intensa e culturalmente straordinaria che abbina musica, colori e sapori tipici del continente africano.
Nel corso di BoAfrique, CEFA Onlus realizzerà all’interno del parco un bar dove potrete assaporare la Birra Africa, dal birrificio sociale Vecchia Orsa. Gli spettacoli non mancano per una full immersion in uno spazio che racconta l'Africa nei suoi molti aspetti: ci sarà una mostra fotografica nata dal workshop “The Dark Sight of the Photography” di Gabriele Fiolo, durante il quale giovani ipovedenti e non vedenti di Dar el Salaam hanno avuto la possibilità di raccontare con la luce e la fotografia come percepiscono il mondo.
Spettacoli musicali e cinematografici renderanno ancora più coinvolgenti queste serate, come quella del 18 luglio in cui vi aspettiamo per uno spettacolo esplosivo e originale dove il Funk Africano si esibirà con un tributo a Fela Kuti, anticipato da un appuntamento insieme al giornalista e critico musicale Pierfrancesco Pacoda, che parlerà del’irresistibile ascesa dI Fela Kuti e del ‘funk originale’ che arriva dall’Africa. Il suono dei club di Lagos, Nigeria, dove il tribalismo incontra il funk americano e genera una miscela sonora fatta di ritmi che portano l’Africa nel cuore della musica occidentale.


Tutte le sere sarà attivo uno spazio dedicato a CEFA Onlus per informazioni sulle esperienze di cooperazione internazionale realizzate dalla nostra ONG in Africa e America Latina.

(musica, teatro)

BOafrique - Funk Africano tribute to Fela Kuti

martedì 18 luglio ore 21:30

BOafrique - Funk Africano tribute to Fela Kuti

Dal 18 al 22 luglio il Botanique 8.0 per la seconda volta si tinge dei colori dell’Africa e diventa BoAfrique, una manifestazione intensa e culturalmente straordinaria che abbina musica, colori e sapori tipici del continente africano.

Spettacoli musicali e cinematografici renderanno ancora più coinvolgenti queste serate, e il 18 luglio vi aspettiamo per uno spettacolo esplosivo e originale dove il Funk Africano si esibirà con un tributo a Fela Kuti.

(musica, teatro)

  ‘Icone pop’: Afrofunk!

martedì 18 luglio ore 21:30

  ‘Icone pop’: Afrofunk!

Un viaggio tra parole e filmati prima della notte insieme a Pierfrancesco Pacoda.

L’irresistibile ascesa dI Fela Kuti e del ‘funk originale’ che arriva dall’Africa. Il suono dei club di Lagos, Nigeria, dove il tribalismo incontra il funk americano e genera una miscela sonora fatta di ritmi che portano l’Africa nel cuore della musica occidentale.

(rassegna)

Kamasi Washington

mercoledì 19 luglio ore 21:00

Kamasi Washington

Dopo lo straordinario successo dell'ultimo album The Epic e l'atteso nuovo lavoro che uscirà il prossimo autunno, torna in Italia Kamasi Washington, sassofonista trentacinquenne di Los Angeles, prodigio della nuova generazione jazz americana, pupillo di Flying Lotus e punta di diamante della sua etichetta Brainfeeder. Tappa imperdibile del suo tour, il BOtanique Festival, giunto alla sua ottava edizione e da sempre fa pulsare il cuore della migliore musica internazionale in un piccolo polmone verde della città.

“He just plays the craziest shit, man. I mean, everything — the past, present, the future. It's hard to find unique voices in this music. Especially in jazz, more so lately, everybody is trying to do the same shit. I don't want to hear ‘My Favorite Things’ anymore... What I am hearing is a leader among artists.” FLYING LOTUS

Ascolta "Change of the Guard": https://youtu.be/NtQRBzSN9Vw

(Jazz)

CINEMA AL PARCO: “Mapplethorpe: Look at the Pictures” di Fenton Bailey e Randy Barbato

giovedì 20 luglio ore 21:30

CINEMA AL PARCO: “Mapplethorpe: Look at the Pictures” di Fenton Bailey e Randy Barbato

Kinodromo e CodaLunga Srl Presentano:
“Mapplethorpe: Look at the Pictures” (Usa-Germania, 2016, 108’) di Fenton Bailey e Randy Barbato.


Un viaggio nell’immaginario di uno dei più influenti fotografi contemporanei, Robert Mapplethorpe, che prima di morire prematuramente a causa dell’AIDS nel 1989 era riuscito a attrarre e scandalizzare il mondo intero, lasciando un segno indelebile sulla cultura visuale dei decenni a venire. Un viaggio anche attraverso i preziosi materiali, visivi e sonori, che la Fondazione Mapplethorpe ha donato al Getty Museum e al Lacma.
Introducono il film Federica Muzzarelli (Università di Bologna) e Giulia Giapponesi (Kinodromo).

(biografico)

LO YOGA DEL BRADIPO: SUONI DALLE STELLE

venerdì 21 luglio ore 20:00

LO YOGA DEL BRADIPO: SUONI DALLE STELLE

Un momento di esplorazione e meditazione creativo per attraversare lo spazio del parco con occhi nuovi.

Gemme di cristallo di un vecchio lampadario, campanelli, perle di legno e perle di vetro, semini che scrosciano …
Piccoli oggetti da osservare toccare e ascoltare che assemblati annodati e intrecciati danno forma a elementi sonori da appendere agli alberi e da ascoltare sotto le stelle.

Lo yoga del bradipo è un progetto di Noemi Bermani e Margherita Scarano.

(Yoga, laboratorio bambini)

Kočani Orkestar

venerdì 21 luglio ore 21:00

Kočani Orkestar

Il loro sound è quello portato al successo da Goran Bregovic, con un pizzico d’istrionismo in piu’ e contaminazioni varie.
Dalla Macedonia arriva la spettacolare fanfara della Kočani Orkestar, che ha saputo tradurre in uno spettacolo pirotecnico le melodie tradizionali dei Balcani.
Cosa aspettarsi da questo live? Un’interpretazione originale dei brani tradizionali, con arrangiamenti che introducono anche degli elementi di modernità, fino alle cover “tzigane” di brani di Bob Dylan e Cheb Khaled.

(Balcanica, Gipsy)

Hugolini

sabato 22 luglio ore 21:00

Hugolini

E’ uscito il 12 maggio “HUGOLINI”, il primo disco solista di Lorenzo Ugolini, prodotto da Enrico “ERRIQUEZ” Greppi dei Bandabardò. Musicista, cantautore e operatore culturale attivo a Firenze, Hugolini si è fatto conoscere sulla scena folk pop nazionale per la sua carriera con il gruppo “Martinicca Boison”, con il quale ha pubblicato quattro album, prodotti sempre da Erriquez, e ha calcato i palchi di tutta Italia per oltre dieci anni.

Le canzoni di “HUGOLINI” nascono dalle immagini, suggestioni ed idee, annotate istintivamente su un’agenda, nel corso della giornata, sotto forma di parole e disegni.  Ad accompagnare il tutto, sonorità pop, elettroniche e tropicali tradotte attraverso strumenti acustici (l’ukulele, la chitarra, il cavaquinho, la clavietta e la fisarmonica) ed elettronici (drum machine, sintetizzatori, tastierine Casio Vintage e campionamenti).
Il disco è un viaggio musicale urbano, attraversa città e culture (Bastia, Marsiglia, Firenze, per approdare in Brasile con la particolare interpretazione del brano Acquarello di Toquino), prendendo spunto dai ritmi e dai colori del mondo, legandoli insieme con l’elettronica. E’ questa la trama musicale contemporanea che lo caratterizza maggiormente e di cui si è appropriato, come dimostra nei djset che attualmente sono una parte importante della sua attività artistica.

(Pop, Elettronico, Tropicale )